Seleziona una pagina

La rottura dell’hard disk del pc è uno dei mali maggiori di un computer, non tanto per l’hardware che non è particolarmente costoso, quanto per ciò che ne consegue.

  • Generalmente In caso di rottura della RAM o processore ad esempio si sostituiscono senza conseguenze.
  • Nel caso in cui però si verifica un malfunzionamento dell’hard disk occorre recuperare i dati, reinstallare il sistema operativo e ripristinare i dati.
  • Quando tuttavia smette di funzionare l’hard disk di un pc aziendale potresti incorrere anche in conseguenze legali nel caso tu non abbia fatto un opportuno backup aggiornato dei dati personali.

Durata del pc e rottura dell’hard disk

Il disco fisso di un pc ha una durata abbastanza prevedibile, e lo si può verificare dalle specifiche tecniche, dove il produttore indica i limiti di durata del prodotto sulla base dei test di qualità effettuati in produzione.

  • Se si tratta di un disco con piatto e testina, i dischi tradizionali per intenderci, la durata sarà condizionata dall’usura delle parti meccaniche.
  • Per quanto riguarda il disco SSD, è probabile che superato un certo numero di letture/scritture, la memoria non offra più la garanzia di affidabilità per l’archiviazione dei dati.

Vi sono alcuni test realizzati dagli stessi produttori che evidenziano come la maggior parte dei problemi di un hard disk si concentrano nel primo anno di vita e poi nel terzo. Se vengono superate queste due resistenze, tipicamente il disco può durare anche più di cinque anni.

In pratica la durata degli hard disk è influenzata anche dal modo in cui sono trattati. Infatti tre nemici classici degli hard disk sono gli urti e le vibrazioni da una parte, e gli sbalzi di corrente dall’altra, specie quelli con spegnimenti e riaccensioni improvvise.

13 regole prevengono la rottura dell’hard disk

Abbiamo quindi realizzato per te questo vademecum di 13 regole, che permettono di allungare la vita dei dati contenuti sul disco fisso di un computer.

  1. Dota il pc di gruppo di continuità (UPS) con stabilizzatore di corrente.
  2. Evita gli urti al pc, soprattutto quando è acceso.
  3. Deframmenta ogni tanto il disco fisso (se non è SSD).
  4. Assicurati sempre che la temperatura all’interno sia entro i valori di soglia.
  5. Verifica lo stato del disco con il test S.M.A.R.T.
  6. Sii certo di avere RAM a sufficienza per evitare lo swap su disco.
  7. Scegli marche e modelli di hard disk che hanno superato brillantemente i test.
  8. Non acquistare hard disk usati, perché non sai in che condizioni sono.
  9. Usa più dischi rigidi e la modalità RAID se stai configurando un server.
  10. Crea un’immagine del disco fisso del tuo computer.
  11. Fai regolarmente il backup dei dati del tuo hard disk.
  12. Pulisci dalla polvere il pc all’interno ogni 6 mesi circa.
  13. Non utilizzare spesso il computer in ambienti polverosi, umidi, o in spiaggia.

Se tuttavia si rompe il tuo hard disk, te ne accorgi perché inizi ad avere errori di lettura e scrittura su numerosi file, quindi il pc diventa lentissimo e nei casi più gravi non si avvia più arrivando a dire che non può più caricare il sistema operativo. In questo caso spegnilo subito per evitare di compromettere ulteriormente i dati e portalo presso il laboratorio Provideant di Via Gramsci 36 a Castel Maggiore (Bologna).

Il nostro staff provvederà al recupero dei dati del disco fisso del computer (dove possibile), alla reinstallazione del sistema operativo, ed al ripristino dei dati sul nuovo hard disk installato.
È possibile recuperare i dati anche da hard disk portatili e penne usb, non solamente dal disco fisso che si trova dentro al tuo pc.